Genuine happiness at work

Il welfare aziendale a Bologna: Ethicjobs partner dell’evento

 

Il 2 aprile 2019 Bologna ha ospitato la prima conferenza italiana sul modello GENUINE HAPPINESS AT WORK, ovvero la prima conferenza italiana che ha come tema principale la soddisfazione e il benessere dei dipendenti con ricadute positive e concrete sulle performance aziendali. La prima edizione della ricerca Happiness at Work nasce da un progetto internazionale all’interno del network Woohoo, creato da Alexander Kjerulf (tra gli esperti dell’evento bolognese) e raccoglie oltre 2.500 risposte da tutto il mondo.

 

L’evento

 

La conferenza è stata organizzata da People 3.0, società cooperativa di consulenti specializzata nella formazione di cultura sul benessere organizzativo e la produttività aziendale. L’evento ha coinvolto tre esperti – di cui uno italiano- e cinque testimonial aziendali che hanno brillantemente illustrato le loro esperienze, le quali hanno raccolto risultati significativi derivanti dal benessere collettivo dei lavoratori.

Gli esperti ospiti della conferenza sono tra i più qualificati esponenti nell’ambito dell’organizzazione aziendale e delle persone: Alexander Kjerulf, fondatore di Woohoo Academy con sede a Copenhagen; Alan Wallace, fisico, filosofo, esperto di psicologia orientale e fondatore del Santa Barbara Institute con sede a San Francisco; Giuseppe Vercelli, docente di psicologia dello Sport dell’Università di Torino e responsabile dell’area psicologica di numerose squadre sportive di serie A.

Al convegno sono intervenuti anche i cinque testimonial d’eccezione: Tim Dorsett, Culture Ambassador Innocent Inc.; Francesca Corrado, ricercatrice e ideatrice della prima Scuola di Fallimento; Enrico Bassi, Responsabile HR Ball Beverage Packaging Italia; Niccolò Branca, presidente Gruppo Banca; Daniele Simonazzi A.D. Flo S.p.A.

L’evento ha accolto imprenditori, direttori generali e manager interessati ad avvicinarsi al tema Happiness at Work e a comprenderne le evoluzioni organizzative che diventano un filo conduttore tra azioni di welfare, smart working, politiche di conciliazione e tutto quanto può, attraverso il benessere, migliorare la vita di chi lavora e aumentare la competitività dell’impresa.

 

Presente anche Ethicjobs con il suo contest per le imprese

 

Presente alla conferenza anche Ethicjobs, la startup italiana che valuta e certifica la qualità del lavoro percepita dai dipendenti all’interno delle imprese con l’obiettivo di premiare tutte quelle aziende che già offrono una qualità del lavoro eccellente, aiutando invece le altre ad efficientarsi a livello sociale e, di conseguenza, a livello economico (leggi Come essere felici a lavoro? Te lo dice Ethicjobs!”).

In occasione dell’evento, la startup ha organizzato un contest ad estrazione per tutte le imprese partecipanti. Il primo classificato, BPER Banca S.p.A., si è aggiudicato il servizio completo Ethicjobs in maniera completamente gratuita; mentre il secondo e terzo classificati, BOARD International S.A. e Varvel S.p.A., si sono aggiudicati per il Premio Etica la valutazione e l’eventuale Certificato d’Eccellenza Etica del Lavoro in caso di valutazione positiva (per scoprirne di più leggi i nostri articoli “Come Ethicjobs valuta un’azienda?” e “Il percorso di valutazione Ethicjobs. Come funziona?”).

 

La ricerca Genuine Happiness at Work

 

Con ben 600 interviste a imprenditori, manager e ruoli operativi, la ricerca evidenzia che la felicità al lavoro accresce la produttività (per oltre il 50% degli intervistati) e l’energia personale (70%), riducendo lo stress (50%). Investire sul benessere dei dipendenti è utile per formare staff coesi e motivati, qualificando il lavoro e le performance aziendali, infatti stanno nascendo nuove professioni a riguardo e uno dei primi a capirlo è stato proprio il grande colosso Google! Curioso? Allora leggi “Felicità a lavoro? Ora è possibile con il manager della felicità”

 

Seguici sul nostro profilo twitter per rimanere aggiornato sui nostri eventi e news


Pubblicato il: 16 aprile 2019 alle 3:50 pm